FANDOM


TohtReal

Arnold Ernst Toht era un agente della Gestapo nazista e il braccio destro acquisito da René Belloq durante lo sforzo nazista di localizzare l'Arca dell'Alleanza. È apparso come antagonista secondario in I Predatori dell'Arca Perduta.

BiografiaModifica

Nel 1936, il maggiore Arnold Ernst Toht fu inviato in Nepal dalla Collezione di antichità speciali del Terzo Reich per acquisire il copricapo allo staff di Ra da Marion Ravenwood. Toht e il suo squilibrato Otto assoldarono tre scagnozzi dalle strade di Kathmandu, Nepal noti come Ratty Nepalese, Mean Mongolian e Giant Sherpa e seguirono Indiana Jones al bar The Raven di Patan dove tentarono di prendere il pezzo.

Tutti gli scagnozzi che entravano nel bar con Toht morirono durante la lotta che seguì con Jones e Ravenwood, durante i quali il bar di Marion fu incendiato. Toht notò il copricapo steso a terra durante la schermaglia, ma quando cercò di raccoglierlo, si bruciò la mano mentre il copricapo giaceva vicino al fuoco. Ululando di dolore, fuggì da The Raven, saltando dalla finestra della taverna per tuffare la mano nella neve all'esterno.

Quando Toht incontrò il colonnello Dietrich, Gobler e René Belloq al Cairo, il suo saluto "Heil Hitler" rivelò la sua mano sfregiata. Da questa cicatrice i nazisti furono in grado di creare una riproduzione grezza e unilaterale del copricapo; ma le informazioni mancanti dall'altra parte sarebbero state fondamentali per trovare il luogo di riposo dell'Arca, il Pozzo delle Anime.

Frustrato dall'incapacità di Belloq di estrarre informazioni utili dalla (ora prigioniera) Marion Ravenwood, Dietrich aveva intercettato Toht. Il suo stesso interrogatorio si è dimostrato ugualmente infruttuoso. Quando i nazisti finalmente raggiunsero Jones al Pozzo delle Anime, Toht gettò Ravenwood nel Pozzo, perché non avevano più bisogno di lei. La protesta di Belloq contro l'azione ha costretto Toht a ridacchiare con gioia.

In seguito ha accompagnato Belloq ei suoi compagni nazisti nello sforzo di consegnare l'arca in un luogo più sicuro, dal momento che il suo compito era quello di supervisionare la consegna del manufatto che Hitler desiderava. Tuttavia, Jones è riuscito a rubare l'arca da loro. Toht e gli altri hanno localizzato la sua ubicazione più tardi e hanno portato di nuovo l'arca insieme a Marion.

Poco dopo, su una piccola isola a nord di Creta, Toht rimase con Belloq e Dietrich nel Tabernacolo per l'apertura cerimoniale dell'Arca. Inizialmente, l'Arca sembrava portare solo polvere e sabbia; questo divertì Toht, che non aveva mai creduto nell'imperativo soprannaturale del suo incarico. La sua risata fu rimpiazzata dallo stupore e poi dalle urla di terrore, mentre l'Arca scatenava il suo vero potere. Il volto dell'agente della Gestapo fu sciolto dal suo cranio dal fuoco intenso e le sue spoglie furono portate via dal seguente vortice insieme alla sua vita e alla sua avidità.

GalleryModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.