FANDOM


“ Bolg! Ho un compito per te. Hai ancora sete del sangue di nano? “

~ Azog a Bolg.

Bolg in Ravenhill

Bolg è un guerriero Orco e l'antagonista quaternario della trilogia di Lo Hobbit. È il figlio di Azog il Profanatore. È l'antagonista maggiore ne La Desolazione di Smaug e l'antagonista secondario in La Battaglia dei Cinque Eserciti.

In Un Viaggio Inaspettato, Bolg è interpretato da Conan Stevens, che ha anche interpretato Gregor Clegane come cameo non parlante. In La Desolazione di Smaug, è interpretato da Lawrence Makoare che ha anche interpretato il Re Stregone di Angmar, Lurtz e Gothmog. In La Battaglia dei Cinque Eserciti, è interpretato da John Tui. Appare come antagonista secondario di entrambi i film.

StoriaModifica

Nel libro originale di Lo Hobbit, Bolg era figlio di Azog il Profanatore, che gli successe dopo la sua morte nella battaglia di Azanulbizar in TA 2799 da Dain che divenne Dain Piediferro. Si è trasferito nel vecchio rifugio di Monte Gundabad dopo che il regno di Angmar era stato abbandonato e apparentemente governava i goblin delle Montagne Nebbiose dalla loro capitale a Monte Gundabad durante la Battaglia dei Cinque Eserciti.

Bolg governò i Goblin del nord per circa 150 anni e guidò l'esercito di goblin, Warg e Pipistrelli nella Battaglia dei Cinque Eserciti, in cui portò con sé le sue due guardie del corpo. Nella battaglia ha ferito mortalmente Thorin mentre Fili e Kili sono morti per difenderlo e più tardi è stato schiacciato e ucciso da Beorn, un cambiaforma che potrebbe trasformarsi in un possente orso nero, come risultato.

Lo Hobbit: Un Viaggio InaspettatoModifica

Tumblr inline ml9q8e0oYN1qz4rgp

Bolg che combatte Dwalin durante la battaglia di Azanulbizar.

Bolg appare brevemente in Lo Hobbit: Un Viaggio Inaspettato durante la battaglia di Azanulbizar, combattendo Dwalin e rimanendo ferito da lui.

Lo Hobbit: La Desolazione di SmaugModifica

Appare quando Azog viene chiamato a Dol Guldur al servizio del loro padrone, Bolg viene mandato da suo padre per portarlo da qui e guidare il branco degli orchi per trovare e uccidere Thorin, lo hobbit Bilbo Baggins e la compagnia dei Nani. Seguono i Nani nel Regno Elfico di Bosco Atro governato da Thranduil, dove i Nani scappano in cattività grazie a Bilbo, cavalcando in barili galleggianti nel fiume, usando la corrente per portarli più in basso lungo il fiume, ignari dell'arrivo degli orchi.

Bolg stava conducendo gli orchi verso una porta incustodita dove i Nani erano diretti, ma gli Elfi interferirono di nuovo cercando di fermare i Nani. Bolg e gli orchi non videro altra scelta se non quella di rivelarsi agli elfi e combattere loro e i Nani. Quando Bolg ha notato che Kili il nano sta cercando di aprire il cancello per aiutare gli altri a fuggire, Bolg gli ha sparato con una velenosa freccia di Morgul. Quando stavano per finirlo, il guerriero elfo, Tauriel salvò la vita di Kili una seconda volta e Bolg ordinò loro di ucciderla, dando a Kili abbastanza tempo per farsi strada per sollevarsi, tirare la leva e aprire il cancello e fuggire con i suoi compagni.

Bolg ordina agli orchi a valle di inseguirli, ma i nani facilmente li combattono e fuggono, e successivamente vengono introdotti di nascosto a Pontelagolungo, Esgaroth da un uomo di mare di nome Bard e si dirigono verso la Montagna Solitaria, ma si lasciano alle spalle Filli, Bofur , Oin e un Kili ferito dove tendono a lui nella casa di Bard. Più tardi, Bolg e gli orchi si sono introdotti furtivamente a Pontelagolungo, infuriati per il processo dei nani, irrompono nella casa di Bard e tentano di uccidere tutti, ma Tauriel e Legolas arrivano appena in tempo per salvarli e combattere gli orchi. Gli orchi si ritirarono e Bolg disse loro di mandare a dire a Dol Guldur che la compagnia aveva raggiunto Erebor.

Legolas inseguì Bolg mentre Tauriel guariva Kili con la magia elfa usando l'erba che Bofur recuperò dai maiali che stavano per essere mangiati da loro in quel momento. Bolg e due orchi combatterono Legolas mentre il resto del branco degli orchi partiva per Dol Guldur. Legolas abbatté i due orchi e dopo una rissa con Bolg, Bolg fuggì a Dol Guldur con Legolas all'inseguimento.

Lo Hobbit: La Battaglia dei Cinque EsercitiModifica

Dopo essere fuggito da Pontelagolungo, Bolg è visto incontrare Azog e l'armata degli orchi mentre marciano sulla Montagna Solitaria. Azog gli ordina di andare a Monte Gundabad, nel nord, dopo aver saputo che Bolg ha combattuto, ma non ha ucciso Legolas a Pontelagolungo. Legolas e Tauriel in seguito assistono Bolg che guida le forze degli orchi dalla fortezza di Gundabad verso Erebor.

Bolg Kills Kili

Bolg uccide Kili.

Bolg arriva alla Battaglia dei Cinque Eserciti durante l'ultimo combattimento di Thorin con Azog a Raven Hill. Si imbatte in Tauriel, che sta cercando Kili il nano e quasi la uccide, se non fosse per l'intervento tempestivo di quest'ultimo. Dopo una lotta, Bolg pugnalò fatalmente Kili, spingendo Tauriel a portarlo con sé oltre il bordo di una scogliera. Bolg sta per attaccare Tauriel mentre giace ferita dalla caduta, ma Legolas rovescia una torre di pietra attraverso una cascata ghiacciata e viene avanti per affrontare Bolg, salvando Tauriel dalla morte.

Bolg's death

Bolg incontra la sua morte per mano di Legolas.

Mentre Legolas combatte Bolg con Orchist, vede Thorin sul punto di essere ucciso da un orco in cima alla cascata e gli lancia la spada, uccidendo l'orco. Quindi usa i suoi pugnali per combattere Bolg mentre la torre si sgretola. Dopo essere stato alle prese con l'orco, vince il combattimento saltando sulle sue spalle e pugnalandolo attraverso il cranio con un pugnale. Legolas si libera mentre la torre si sbriciola e Bolg cade alla sua morte, schiacciato dalla pietra che cade dalla torre.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.