FANDOM


Chiphazard
Maggiore Chip Hazard è il principale antagonista di Small Soldiers. È stato arcinemico di Archer e il leader del Commando Elite.

Storia Modifica

Maggiore Chip Hazard, un militare action figure, insieme all'altro Commando Elite sono stati progettati da Larry Benson, ma sono stati creati da Global Tech Industries. Ciascuno dei comandi hanno avuto un microchip noto come X-1000, e sono stati programmati per uccidere Gorgonauti. Tuttavia il X-1000 e i comandi divennero sempre più "veri" soldati, determinati per uccidere i Gorgonauti e chiunque che è alleato con loro.

Chip cerca di uccidere Alan e i Gorgonauti ed è mostrato di essere estremamente xenofobo verso i Gorgonauti (sebbene in difesa di Chip e la sua squadra stava seguendo programma: che ha dettato che i Gorgonauti erano nemici). Tuttavia Hazard non ha mostrato problema mettendo in pericolo la vita degli altri ed è stato guerrafondaio, aggressivo, e capace - con l'aiuto della sua squadra ha terrorizzato quelli che si sono messi sulla sua strada e non era uno per la negoziazione o la diplomazia: preferisce un approccio "diretto" che prevede la creazione di letali macchine da guerra fatte di spazzatura e la modifica di giocattoli in altrettanto pericolose armi.

Dopo che Chip ha sconfitto Archer pensando che ha vinto, Alan diventa furioso e afferra Chip e lo inceppa nella linea elettrica, innescando un impulso elettromagnetico che distrugge Chip e il resto del Commando Elite, un danneggiato Chip dice "Non ci sarà ...." prima che i suoi circuiti si arrestino e viene terminato per sempre. Hanno messo ciò che restava del Commando Elite comprese le Gwendy Dolls nei sacchi della spazzatura e si presume che siano stati presi per un Steel Plant, per fondere in acciaio fuso, in modo che non torneranno mai in vita. Dopo che la battaglia era finita, Irwin ha mostrato a Mr. Mars quello che rimaneva di Chip, gli ha mostrato solo la sua testa danneggiata con uno dei suoi occhi fuoriusciti.

Gallery Modifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.