FANDOM


CAMotti

L'Ammiraglio Motti è uno dei più alti ufficiali imbarcati sulla Morte Nera. Estremamente arrogante, è uno dei molti ufficiali che sopravvalutarono l'invulnerabilità della stazione pensando che, nonostante l'Alleanza Ribelle avesse ottenuto i piani segreti, qualsiasi attacco sarebbe stato sconfitto. Motti era scettico anche riguardo al reale potere della Forza, ritenendo la Morte Nera migliore. Osò esternare le sue convinzioni anche di fronte a Dart Fener durante una riunione. Fener gli fece cambiare idea strozzandolo leggermente con l'uso della Forza, e lasciandolo solo dopo l'ordine del Grand Moff Tarkin. Celebre è la frase di Fener "trovo insopportabile la tua mancanza di fede!" Nella versione radiofonica di Guerre Stellari, il ruolo di Motti viene ampliato. L'Ammiraglio tenta, in due occasioni, di convincere il Grand Moff Tarkin che le ultime forze della Morte Nera sono sotto il suo controllo, non in quelle di Fener o dell'Imperatore. Tarkin avrebbe potuto condividere il dominio della Galassia con Motti alla sua destra, non appena sconfitti i Ribelli. Non viene specificato se Tarkin accetti o meno la proposta del suo secondo ufficiale. Nella versione radiofonica, la voce di Motti è quella di David Clennon. È proprio Motti che convince Tarkin a restare a bordo della Morte Nera durante l'attacco Ribelle lanciato da Yavin IV, sostenendo che se avesse abbandonato la nave si sarebbe dimostrato troppo debole per poter governare la Galassia. Entrambi morirono quando la Morte Nera venne distrutta durante la Battaglia di Yavin. I primi scritti di Una nuova speranza scambiarono i nomi dell'Ammiraglio Motti e del Generale Tagge. Una delle prime versioni descrisse Motti come sfregiato da vecchie battaglie. Il suo personaggio verrà eliminato dalla versione romanzata di Una nuova speranza, e sarà il Generale Tagge a subire lo strangolamento telecinetico di Fener.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.