Villains Wiki
Advertisement

Il Comandante Cumberlayne Aresko, numero operativo LRC-01, è uno degli antagonisti della Prima Stagione di Star Wars Rebels. Era un ufficiale dell'Esercito Imperiale durante l'occupazione del pianeta Lothal. Stazionava nella capitale del pianeta insieme al suo collega, il supervisore Myles Grint, ed era responsabile dell'addestramento dei Cadetti Imperiali nell'accademia locale.

Storia[]

Cumberlayne Aresko nacque sul pianeta dell'Orlo Esterno Lothal prima della fine delle Guerre dei Cloni. Successivamente, si unì all'Esercito Imperiale e divenne Comandante dell'Accademia per Giovani Imperiali con il compito di addestrare nuovi cadetti insieme a Grint.

5 anni prima della Battaglia di Yavin, sia Aresko che Grint diedero una festa per Dhara Leonis dopo che venne accettata nell'accademia. I suoi genitori, Leo e Tepha Leonis, erano degli agronomi che lavoravano per il Ministero dell'Agricoltura Imperiale, recentemente spostato all'interno della capitale. Il fratello minore di Dhara, Zare, era anch'egli presente all'accademia, dove Aresko stava dando un discorso.

Durante l'addestramento, Dhara sparì misteriosamente sulle colline ed Aresko dovette raccontare ai suoi genitori che era fuggita prendendo con sé tutte le sue scorte, ma che non vi era alcun segno di colluttazione.

In risposta all'evento, Aresko mise in allerta tutta l'accademia ed inviò le forze di sicurezza Imperiale a cercarla.

Incontro con i Ribelli di Lothal[]

Aresko compare per la prima volta quando ordina di arrestare un cittadino che si era permesso di parlare apertamente dell'oppressione dell'Impero sul pianeta. Tuttavia, la procedura viene interrotta quando Ezra Bridger ruba una radio Imperiale e la utilizza per trasmettere un "codice rosso", facendo intervenire tutte le pattuglie in zona. Ore dopo l'incidente, Cumberlayne si incontra con l'Agente Kallus, dell'Ufficio di Sicurezza Imperiale, il quale gli comunica che anche altre stazioni Imperiali sono state recentemente attaccare.

Lezioni all'Accademia Imperiale[]

Aresko ha il compito di supervisionare ed addestrare i Cadetti per farli diventare Assaltatori. Parla poi con l'Inquisitore riguardo i cadetti, informandolo di venire all'accademia per controllare se alcuni di loro fossero "speciali", ovvero sensibili alla Forza.

Incidente del Giorno dell'Impero[]

Aresko ricompare con il compito di organizzare la cerimonia per il Giorno dell'Impero. Assiste all'attacco dei Ribelli durante la festa e tenta di fermarli quando si trovano a bordo del trasporto rubato, fallendo.

Ultimo Fallimento ed Esecuzione[]

Aresko tenta un'ultima volta di fermare l'equipaggio dello Spettro inseguendoli a bordo di delle moto speeder. I ribelli riescono comunque a neutralizzare i suoi uomini ed a fuggire nuovamente. Viene successivamente convocato insieme a Grint dal Grand Moff Wilhuff Tarkin e successivamente decapitato dall'Inquisitore insieme al suo collega per il suo fallimento.

Personalità e tratti[]

Aresko era estremamente leale all'Impero e crudelmente indisponente con tutti coloro che lo circondavano. La sua arroganza e la sua sopravvalutazione delle proprie capacità furono le sue più grandi debolezze. Queste caratteristiche fecero sì che venisse disprezzato dai suoi colleghi.

La sua mancanza di empatia per i suoi compagni si estendeva persino ai suoi allievi, siccome si divertiva a tormentare i giovani Imperiali sottolineando loro che l'Impero non tollera il fallimento, il che è piuttosto ironico se si pensa che egli stesso è stato giustiziato dall'Inquisitore proprio a causa dei suoi ripetuti fallimenti.

Advertisement