FANDOM


Daniel Harper

Daniel Harper è l'antagonista secondario del film d'azione del 1996 Eraser. Ha servito come sottosegretario alla Difesa degli Stati Uniti e il capo del Marshal Robert Deguerin.

È stato interpretato da Andy Romano.

RuoloModifica

Durante l'inizio del film, John Kruger (un Marshal degli Stati Uniti e il protagonista del film) e l'FBI hanno colto il sentore di una vendita di armi formulata da una compagnia di armi chiamata Cyrez Corporation per vendere fucili a impulsi elettronici ai mafiosi russi guidati dal famigerato terrorista Sergei Ivanovic Petrofsky, che potrebbe condurre a una nuova era del terrorismo mondiale. Si scopre che Harper stesso è la vera mente dietro la vendita di armi. Dopo che l'esecutivo della Cyrez Corporation Lee Cullen ha procurato due dischi contenenti le prove in seguito al suicidio del CEO di Cyrez, William Donahue (che era uno dei principali attori della cospirazione), consegna uno dei dischi all'FBI prima che Kruger venga incaricato di proteggerla facendola nascondere a New York City.

Tuttavia, il disco dell'FBI viene segretamente rubato da un impiegato, che viene rivelato che lavora per Harper, che lo recupera. Nonostante sia in grado di ottenere il disco, Harper è arrabbiato per apprendere dai suoi cospiratori a Cyrez che Cullen ha l'altro disco contenente le prove e che ha parlato con un amica intima prima di scappare, una giornalista di nome Claire Issacs che lavora per il Washington Post. Harper ordina sia Cullen che Issacs di essere uccise subito prima di distruggere il suo disco.

Anche se l'omicidio di Issacs è stato un successo, Harper è arrabbiato per apprendere da Deguerin (che lavora come la talpa in WITSEC) che Cullen sta fuggendo via grazie agli sforzi di Kruger. Durante un giro nella loro limousine, Harper ordina a Deguerin di finire il lavoro di uccidere Kruger e Cullen in modo che possano procedere con la vendita di armi al molo di Baltimora prima che possano essere scoperti.

Sebbene Deguerin riesca a rapire Cullen e portarla al molo per sorvegliare la spedizione nella nave mercantile di Petrofsky, Kruger (con l'aiuto di un testimone chiamato Johnny Castleone e suo cugino Tony, proprietario dei moli) ferma le spedizioni uccidendo gli uomini di Degeurin, incluso Petrofsky e i suoi uomini. Degeurin, nonostante sia ferito, viene quindi consegnato alle autorità. Come risultato di questo evento, il ruolo di Harper dietro la vendita di armi è esposto ed è presumibilmente preso in custodia.

Il giorno dopo, un'udienza si svolge, ma Deguerin, Harper e il loro rimanente cospiratore Morehart riescono a sfuggire alle accuse di tradimento, dal momento che una condanna e una sentenza per loro non saranno possibili sotto la giurisdizione civile. Mentre lasciano la loro limousine, Kruger finge la sua e la morte di Lee facendo esplodere un veicolo davanti a una grande folla di testimoni, incluso lo stesso Harper. Deguerin crede che l'esplosione sia stata creata da Harper, ma Harper ha ipotizzato il contrario. Entrambi si rendono presto conto che nessuno all'interno della loro cerchia ristretta ha effettivamente organizzato la cosa. La limousine improvvisamente si ferma improvvisamente sul passaggio di un treno e le porte si chiudono. L'autista, che si rivela essere lo stesso Johnny in incognito, esce dalla limousine e fugge dalla zona. Deguerin si guarda ansiosamente intorno prima di ricevere una telefonata da Kruger, affermando che sta per essere "cancellato". Guardando fuori dal finestrino, Harper, Deguerin e Morehart vedono un treno merci che si avvicina costantemente a loro, e Kruger e Johnny restano in attesa di vederlo sbattere contro la limousine, uccidendo definitivamente Harper ei suoi cospiratori.

GalleryModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.