FANDOM


“ I Dissennatori sono tra le creature più sporche che camminano su questa terra. Infestano i luoghi più bui e sporchi, si gloriano della decadenza e della disperazione, drenano la pace, la speranza e la felicità dall'aria intorno a loro ... Avvicinati troppo a un Dissennatore e ad ogni buon sentimento, ogni ricordo felice verrà risucchiato fuori da te. Se può, il Dissennatore si nutrirà di te abbastanza a lungo da ridurti a qualcosa di simile a se stesso ... senz'anima e cattivo. Rimarrai con nient'altro che le peggiori esperienze della tua vita. “

~ Remus Lupin a Harry Potter (sui Dissennatori).

Post-art of a Dementor.jpeg

I Dissennatori sono creature oscure simili al wraith usate dal Ministero della Magia per proteggere la prigione guidata Azkaban , che in origine servivano da antagonisti secondari di Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban. In seguito servirono come antagonisti minori de L'Ordine della Fenice e sostenevano gli antagonisti ne I Doni della Morte, quando si rivoltarono contro il Ministero e si unirono all'esercito di Voldemort .

AspettoModifica

I Dissennatori appaiono alti (circa 3 metri), figure minacciose che indossano mantelli neri e planano sopra il terreno. Chiunque abbia visto ciò che è sotto il loro cappuccio non è in grado di dire quello che ha visto.

StoriaModifica

Il Prigioniero di AzkabanModifica

I Dissennatori sono gli antagonisti secondari e gli elementi principali della trama del terzo film. Vengono inviati dal Ministero della Magia a Hogwarts per proteggersi da Sirius Black. Harry incontra un Dissennatore nel treno e durante una partita di Quidditch, subendo l'addestramento di Patronus nel processo. Alla fine dell'anno, Harry e Sirius vengono incontrati da tutti i Dissennatori della scuola. Anche se impotente all'inizio, un Patronus di cervo (rivelato in seguito come il futuro sé di Harry) li salva e respinge i Dissennatori. Dopo che Sirius Black fu provato innocente, i Dissennatori furono rimossi da Hogwarts.

L'Ordine della FeniceModifica

I Dissennatori ritornano come antagonisti minori nel quinto film, dopo aver inviato segretamente e illegalmente da Dolores Umbridge per mettere a tacere le affermazioni di Harry di Voldemort che ritorna. Harry li fa esplodere con un incantesimo Patronus.

I Doni della MorteModifica

Al settimo film, i Dissennatori erano nel libero girovagare, e la maggior parte si era schierata con Voldemort e i Mangiamorte. Appaiono poco dopo che inseguono i protagonisti mentre fuggono dalla Umbridge nel Ministero della Magia. Più tardi, nella battaglia di Hogwarts, un esercito di Dissennatori sulla sponda di Voldemort ha invaso Hogwarts, sebbene siano fatti saltare via da un incantesimo Patronus.

19 anni dopoModifica

Quando Auror Kingsley Shacklebolt divenne Ministro della Magia, Azkaban smise di usare i Dissennatori ancora. Non è detto cosa è successo a loro.

Poteri e abilitàModifica

I Dissennatori possono svuotare la felicità e qualsiasi altra emozione positiva da qualsiasi area. In tal modo, possono intrappolare le loro vittime all'interno dei loro stessi pensieri miserabili. La loro presenza rende fredda qualsiasi area. Quando si avvicinano abbastanza alla loro vittima, eseguono qualcosa chiamato Bacio del Dissennatore, dove succhiano l'anima della loro vittima. L'unico modo per sconfiggere un Dissennatore è lanciare un partonus, questo patronus può essere chiamato pensando a qualcosa di felice. La felicità è la pura debolezza del Dissennatore. Sebbene non possano essere distrutti, si riproducono come funghi, suggerendo che muoiono da soli. La loro stessa debolezza è l'Incanto Patronus.

Parco tematico di Harry PotterModifica

I Dissennatori fanno anche un'apparizione nel giro di Harry Potter e il Viaggio Proibito nel parco a tema Harry Potter negli Universal Studios di Orlando, in Florida. In questa cavalcata, i Dissennatori stanno cercando di succhiare l'anima dei visitatori fino a quando non vengono cacciati via da Harry Potter stesso.

GalleryModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.