FANDOM


“ Troppo a lungo il mio destino non è stato nelle mie mani ... Non più. “

~ Hector Barbossa

Barbossa

Il capitano Hector Barbossa (semplicemente noto come Hector Barbossa) è il principale antagonista di Pirati dei Caraibi: La Maledizione della Prima Luna. Fa apparizioni nella maggior parte del franchise in diverse capacità, ma in generale ha un arco di redenzione. È l'ex acerrimo nemico di Jack Sparrow.

È stato interpretato dall'attore vincitore dell'Oscar, Geoffrey Rush, che ha anche interpretato Casanova Frankenstein in Mystery Men e Steven Price in House on Haunted Hill.

BiografiaModifica

La Maledizione della Prima LunaModifica

“ Per troppo tempo sono stato inaridito dalla sete e incapace di spegnerla. Troppo a lungo sono morto di fame e non sono morto. Non sento niente. Non il vento sulla mia faccia né lo spruzzo del mare. Né il calore della carne di una donna. È meglio iniziare a credere nelle storie di fantasmi, signorina Turner ... sei in una! “

~ Barbossa a Elizabeth Swann quando rivela la natura non morta del suo e del suo equipaggio.

Prima della Maledizione della Perla Nera , Barbossa era in precedenza il primo ufficiale del capitano Jack Sparrow. Ma un giorno Jack e Barbossa trovarono una mappa per Isla de Muerta dove era nascosto il tesoro azteco di Cortes. L'equipaggio e Jack hanno accettato di condividere le parti del tesoro, ma Barbossa voleva avidamente il tesoro per sé e per l'equipaggio. Quindi ingannò Jack nel rivelare la posizione del Tesoro giacendo che parti uguali comprendevano conoscere la posizione del tesoro, mentre pianificando un ammutinamento. Jack accettò di dire la posizione, ma poi Barbossa e l'equipaggio si ammutinarono e abbandonarono Jack su un'isola deserta, con grande rabbia di Jack. Quando finalmente trovarono il tesoro, Barbossa scoprì una maledizione posta sul tesoro azteco dagli dei pagani, ma credette che fosse una "storia di fantasmi" con l'equipaggio e poi prese il tesoro, ma dopo aver scoperto che la maledizione era reale. Erano sotto la maledizione, il che li rendeva incapaci di gustare, sentire, odorare, o le loro bevande non avrebbero soddisfatto e vivendo i non morti come immortali. L'unico modo per sollevare la maledizione è restituire le monete e offrire il loro sangue. Bootstrap Bill Turner un membro dell'equipaggio fu poi infuriato per il tradimento dell'equipaggio contro Jack e inviò una moneta a suo figlio Will così l'equipaggio sarebbe rimasto maledetto. In risposta Barbossa legò un cannone a Bootstrap e lo gettò fuori bordo della Perla, ma scoprì solo che il sangue di Bootstrap era necessario per sollevare la maledizione.

Dieci anni dopo, durante il film, Barbossa e l'equipaggio affondarono molte navi e trovarono la maggior parte delle monete del tesoro, ma dovettero trovare l'ultima inviata a Will da Bootstrap. Nel frattempo Elizabeth Swann da Port Royal Jamaica aveva trovato Will e si era impossessato del medaglione in modo che James Norrington non impiccasse Will per la pirateria. Barbossa intuì l'ultima moneta, che rilasciò un impulso, e poi invase Port Royal. Il suo equipaggio ha trovato Elizabeth che ha invocato Parley. Barbossa indusse Elizabeth a dargli il medaglione in cambio di fermare l'invasione dopo essersi identificata come "Elizabeth Turner" credendo che il suo sangue potesse sollevare la maledizione. Elisabetta, quando Barbossa ordinò loro di salpare, chiese di essere condotta a riva, ma Barbossa rifiutò di dire che la parte con cui era stata portata a riva non era parte del loro accordo.

Barbossa offrì a Elizabeth la sera successiva di cenare con lui. Lei rifiutò, ma fu d'accordo quando Barbossa la minacciò di cenare con l'equipaggio e di essere spogliata nuda. Elizabeth allora si insospettì del perché Barbossa non stesse mangiando, ma la incoraggiò a mangiare invece. Alla fine realizzò che non aveva mai sentito parlare della maledizione e le raccontò la storia e come voleva usare il suo sangue per sollevare la maledizione. Elizabeth scappò via da lui, ma venne incastrato da Barbossa e lo pugnalò al petto, ma Barbossa non morì ed Elizabeth corse fuori e si trovò faccia a faccia con l'equipaggio che ora erano scheletri. Elizabeth fu scioccata dal fatto che la maledizione fosse reale e Barbossa uscì al chiaro di luna che lo rivelò sotto la maledizione. Elizabeth, ora in profondo stato di shock, entrò nella stanza e rimase chiusa per il resto della notte.

Il giorno seguente, Barbossa portò Elizabeth a Isla de Muerta per sollevare la maledizione. Dopo un breve discorso, Barbossa disse al suo equipaggio che erano in grado di sollevare la maledizione e usare il sangue di Elizabeth sulla moneta. Ma dopo un momento dopo l'equipaggio disse che non si sentivano diversi; Barbossa ha sparato a uno dei suoi compagni di squadra e hanno visto che non era morto. Ora Barbara, infuriata, affrontò Elizabeth chiedendole se Bootstrap fosse suo padre. Ammise di non esserlo, ma si rifiutò di dire a Barbossa chi era il figlio di Bootstrap. Barbossa la schiaffeggiò e lei cadde sulla collina del tesoro del pirata. La troupe di Barbossa iniziò a biasimarlo per la "morte" di Bootstrap, dicendo che ogni decisione che aveva preso la portò di male in peggio. Barbossa rabbiosamente tirò fuori la sua spada e sfidò l'equipaggio a combatterlo facendo sì che l'equipaggio smettesse di incolparlo. Dopo che Jack, la scimmia da compagnia di Barbossa, strillò di allarme e Barbossa guardò dove era caduta Elizabeth, vide che non era più lì insieme al medaglione. Ordinò all'equipaggio di trovarla ma l'equipaggio invece gli portò il capitano Jack Sparrow.

Incapace di credere ai suoi occhi, Barbossa chiese a Jack come fosse sceso dall'isola, ma Jack disse che era perché lui (Jack) era il capitano Jack Sparrow. Infastidito, Barbossa disse sarcasticamente che non avrebbe commesso l'errore e ordinò al suo equipaggio di uccidere Jack. Jack però ha chiesto se il sangue di Elizabeth funzionasse. Barbossa ordinò al suo equipaggio di tenere il fuoco dopo aver realizzato che Jack sapeva di chi avevano bisogno di sangue. Sulla Perla Nera Barbossa e Jack hanno avuto un incontro per le trattative e Jack quasi convince Barbossa a consegnargli (Jack) la sua nave, ma Barbossa si arrabbia quando Jack fa un'offerta per negoziare con l'equipaggio dell'Interceptor per il ritorno della moneta di Barbossa. Barbossa invece ordina a Jack di restare chiuso in cella perché è stato lo stesso atteggiamento che ha perso Sparrow la Perla in primo luogo.

Barbossa raggiunse l'Interceptor e durante la battaglia Jack la scimmia portò il medaglione a Barbossa e l'equipaggio di Barbossa vinse. Quando Barbossa catturò l'equipaggio dell'Intercceptor, inclusa Elizabeth, e affondò l'Interceptor, Barbossa fu affrontato da un uomo che sosteneva di essere Will Turner . Will ha detto che si sarebbe sparato e sarebbe caduto in mare se l'equipaggio non avesse rilasciato Elizabeth. Alla fine Barbossa lo prende in giro e libera Elizabeth e Jack Sparrow abbandonandoli nella stessa isola che Jack aveva assunto dieci anni fa, supponendo che quel momento sarebbe stato l'ultimo di Sparrow. Will e l'equipaggio dell'Interceptor vengono imprigionati e Pintel, un membro dell'equipaggio, racconta a Will la storia del perché Bootstrap ha inviato il medaglione a Will. Arrivano a Isla de Muerta e Barbossa progetta di uccidere Will per spezzare la maledizione. Tuttavia arriva inaspettatamente Jack Sparrow che, scappato dall'isola, convince Barbossa che la Royal Navy è arrivata per tendere loro un'imboscata. Jack convince Barbossa a uccidere Will dopo aver sconfitto la Dauntless (la migliore nave della Royal Navy) e Jack avrebbe dato a Barbossa il 25% del bottino di Jack e un grosso cappello. Barbossa è d'accordo e aspetta nella caverna che la battaglia finisca con Jack e Will. Ricomincia a fidarsi di Jack, ma questa amicizia quando Jack prende una delle spade dei pirati e la lancia a Will e Will duella i pirati rimasti con Barbossa. Barbossa si alza e duella Jack. Dopo un po 'di combattimento, Barbossa getta via la sua spada e afferma che Jack non può batterlo mentre lui (Barbossa) è immortale. Jack ci prova comunque, ma Barbossa sospira tra sé e tira fuori la spada per pugnalare Jack. Ma Sparrow entra nella luce della luna e rivela che anche lui è diventato uno scheletro maledetto! Ha infilato una moneta mentre parlava con Barbossa. Il duello continua fino a quando arriva Elizabeth. Jack gli taglia un braccio e lancia la sua moneta insanguinata a Will, mentre Will gli taglia anche il braccio. Ora il furioso Barbossa tira fuori la sua pistola pregiata e tenta di sparare a Elizabeth. Ma prima che possa premere il grilletto, Jack spara a Barbossa con il suo stesso colpo che ha salvato per uccidere Barbossa per dieci anni.

Barbossa sghignazza che Jack abbia perso il suo colpo ma Will dice "Non l'ha sprecato!" e restituisce le ultime due monete che spezzano la maledizione. Barbossa guarda Jack in profondo stato di shock e sbottona il cappotto e vede il sangue sgorgare dal suo corpo dal proiettile di Jack. Guarda Jack e scuote la testa in modo scioccante e muore.

La Maledizione del Forziere FantasmaModifica

Alla fine di La Maledizione del Forziere Fantasma, con Jack Sparrow apparentemente morto, Barbossa riappare in modo scioccante, essendo stata resuscitato dalla strega voodoo "Tia Dalma", rivelatasi poi la dea "Calypso" che presto potrebbe aiutarli a salvare Jack. Il cameo di Barbossa nel secondo film è stato una sorpresa. Per questo motivo, Geoffrey Rush non è stato accreditato. In realtà, Barbossa non era nemmeno incluso nella parte anteriore del DVD del secondo film.

Ai Confini del MondoModifica

Nel terzo film, accompagna Elizabeth, Will e l'equipaggio al forziere di Davy Jones per salvare Jack dal forziere per liberarlo. Vicino al climax, ha aiutato il pirata a sfidare Davy Jones e Lord Cutler Beckett. Alla fine del terzo film, è stato rivelato che Barbossa ha tradito Jack ancora una volta, anche se questa volta se ne andranno senza di lui da un porto in una città la zona.

Oltre i Confini del MareModifica

Nel quarto film, è diventato un corsaro della Royal Navy di Re Giorgio II. Cerca di cercare la Fonte della Giovinezza. Verso la fine, colpisce Barbanera con una spada avvelenata ed è ora il capitano della Queen Anne's Revenge, tornando ad essere un pirata.

La Vendetta di SalazarModifica

Nel quinto film, Barbossa torna come capitano della Queen Anne's Revenge. Viene anche rivelato essere il padre biologico di Carina Smyth, astronoma e orologiera che è stata falsamente accusata di stregoneria. Dopo essere stato costretto dal famigerato Capitano Armando Salazar ad aiutarlo a uccidere Sparrow, Barbossa apprende presto di un'arma potente chiamata Tridente di Poseidone, che Salazar intende utilizzare per eliminare tutti i pirati dell'oceano dopo aver ucciso gran parte dell'equipaggio di Barbossa. A tal fine, Barbossa è costretto a collaborare nuovamente con Jack per trovare il Tridente e liberare la Perla Nera dalla sua prigionia, alla fine imparando la sua vera parentela con Carina. Alla fine, dopo la distruzione del Tridente, Barbossa si sacrifica per uccidere Salazar e gli altri uomini per salvare Carina e gli altri, lasciandosi annegare nell'oceano. Dopo la morte di Salazar e dei suoi uomini, Jack, Carina e gli altri pirati piansero per la morte di Barbossa; anche Carina decide di prendere il cognome di suo padre in onore del suo sacrificio.

PersonalitàModifica

Barbossa è estremamente fiducioso, equanime, imperturbabile e persuasivo, quindi combina esperienza con audacia quasi spericolata. Barbossa divenne un pirata a causa del suo desiderio di elevare il suo status sociale e la sua avidità di ricchezza e potere, ma non perché voleva vivere la vita avventurosa come un pirata nel modo in cui faceva Jack Sparrow. Si considerava un gentiluomo dei mari e poteva comportarsi in modo educato se lo desiderava; possedeva una certa eloquenza che spesso usava a suo vantaggio. Come alcuni pirati, Barbossa considerava il Codice Pirata "più linee guida delle regole attuali", ma tuttavia rispettava il diritto di voto e preferiva interpretare il Codice a proprio favore invece di rompere apertamente. Tuttavia alcuni considerano "un uomo così malvagio che l'inferno stesso lo spinge fuori".

La relazione di Barbossa con Jack Sparrow era complicata. Ha guidato l'ammutinamento nei confronti di Jack, diventando il capitano della Perla Nera , ma ha anche aiutato a salvare Jack dal forziere di Davy Jones. Jack è anche uno dei pochi che ha chiamato Barbossa con il suo nome "Hector", il che implica una buona amicizia prima dell'ammutinamento di Barbossa. Anche dopo tutto quello che hanno passato, Barbossa era segretamente un ammiratore delle incredibili fughe di Jack.

Qualche tempo dopo il suo primo ammutinamento sulla Perla Nera, Barbossa ha una scimmia cappuccina, che ha chiamato "Jack" in spregio al suo vecchio capitano, Jack Sparrow. Sembrava sinceramente interessato alla scimmia, che ogni tanto accompagnava il suo padrone ovunque e spesso sedeva sulla sua spalla.

La delicatezza preferita di Barbossa era il caviale, ma aveva anche un notevole apprezzamento per le mele verdi. Ha offerto una mela a Elizabeth durante la cena a bordo della Perla e ha commentato che dopo che la maledizione è stata revocata, avrebbe mangiato un intero moggio di mele. Questo sembrò essere uno dei piaceri semplici di Barbossa nella vita - incapace di provare o gustare a causa della maledizione - per questo motivo teneva sempre un certo numero di mele sul tavolo nella sua cabina sulla Perla . Al momento della sua morte, Barbossa teneva una mela perché intendeva mangiarla subito dopo aver sollevato la maledizione. Tuttavia, Barbossa fu in grado di prendere un morso di una mela quando si rivelò nella baracca di Tia Dalma.

Era un mastro marinaio, che aveva eccellenti capacità di navigazione, uno stratega che poteva pianificare in anticipo. Queste abilità non solo gli davano molti vantaggi nella sua vita da pirata, ma guadagnavano anche molto rispetto sia tra i suoi subordinati che tra i suoi nemici; queste abilità, combinate con le sue eccezionali capacità di combattimento, erano, infatti, il motivo per cui Barbossa riuscì a sopravvivere a una vita di pirateria per diversi decenni e contribuì alla sua reputazione e alla sua posizione di alto livello in questo periodo.

Barbossa è un abile e manipolatore spadaccino, che suggerisce un'esperienza di vita e si è dimostrato capace di difendersi contro numerosi nemici contemporaneamente. Prima di sfidare il leggendario pirata, Barbanera , Barbossa avvelenò la sua spada, dicendo che non era così sciocco da combattere Barbanera senza un "vantaggio velenoso". Durante il suo duello con Barbanera, Barbossa usò anche la sua stampella come arma in battaglia, maneggiandola insieme alla sua spada contro Barbanera. Tuttavia, lo stile di combattimento era piuttosto sporco, sapeva come decapitare le persone.

Nonostante la sua personalità spietata e avida, Barbossa amava sinceramente sua figlia Carina mentre la lasciava in un orfanotrofio nella speranza che avrebbe avuto una vita migliore di quella di essere un pirata assetato di sangue. Ha sacrificato anche volontariamente la propria vita per garantire la salvezza di Carina da Salazar, descrivendola come l'unico "tesoro" che non avrebbe mai perso. Questo si rivelò sufficiente per una toccata Carina per portare avanti il ​​suo nome, persino Sparrow e gli altri pirati piansero per Barbossa in onore del suo sacrificio per quelli che amava di più.

VideogiochiModifica

Kingdom Hearts IIModifica

Captain Barbossa KHII

Capitan Barbossa come appare in Kingdom Hearts II

Barbossa era in origine il primo ufficiale della Perla Nera sotto il capitano Jack Sparrow. Barbossa persuase Sparrow a rivelare i cuscinetti che portavano verso l'Isla de Muerta a lui e al resto dell'equipaggio. Sparrow rivelò la sua posizione, ma quella notte Barbossa guidò un ammutinamento e requisì la Perla Nera, lasciando Sparrow abbandonato su una piccola isola, con solo una pistola a colpo singolo con cui suicidarsi. Barbossa e il nuovo capitano hanno rubato il maledetto tesoro azteco, che ha conferito a ogni membro dell'equipaggio la stessa maledizione. L'equipaggio era diventato Pirata non morto, incapace di godersi le cose piacevoli della vita e intrappolato tra la vita e la morte. Per sollevare la maledizione, l'equipaggio deve restituire tutto l'oro azteco al petto su Isla de Muerta e offrire il sangue di tutti coloro che avevano toccato il tesoro. I pirati avevano anche bisogno del sangue del loro ex compagno di bordo, "Bootstrap Bill" Turner, l'unico a resistere contro l'ammutinamento e poi mandò il medaglione a suo figlio prima di essere legato a un cannone e gettato fuori bordo.

Per un decennio, Barbossa cercò l'ultima moneta finché non rilevò il "segnale" della moneta da Port Royal. Pete visitò il mondo nel momento in cui la Perla Nera venne a saccheggiare e saccheggiare Port Royal, estendendo la sua mano in aiuto a Barbossa. I pirati rapirono Elizabeth Swann, pensando che fosse la figlia di Bootstrap e ottenendo il medaglione azteco che possedeva. Barbossa rivela il loro stato maledetto a Elizabeth, così come il pagamento del sangue, con un figlio di Bootstraps che è un sostituto. All'arrivo a Isla de Muerta, Barbossa esegue un rituale offrendo una piccola quantità di sangue di Elisabetta per rompere la maledizione. Tuttavia, non succede nulla. Nella sua rabbia, non riesce a notare Will Turner che porta via Elizabeth. Jack Sparrow viene lasciato indietro nella caverna e viene fatto prigioniero a bordo della Perla mentre raggiunge l'Interceptor. Dopo una lunga battaglia per il medaglione, Sora ei passeggeri della nave vengono fatti prigionieri. Will Turner viene in soccorso, minacciando di suicidarsi se i suoi amici non vengono rilasciati. Il suo nobile atto fallisce quando Pete lo mette fuori gioco a freddo e il resto è legato nella cabina degli Intercettori, con gli esplosivi sparsi sul ponte.

Cursed Captain Barbossa (Kingdom Hearts)

Il maledetto capitano Barbossa in Kingdom Hearts II

Di ritorno a Isla de Muerta, Barbossa esegue la cerimonia con Will, ma mentre sta per versare il suo sangue, Sora, Jack e gli altri fanno crollare la festa.

Mentre Sora e la banda si occupano dell'equipaggio, Jack duella Barbossa fino a quando Jack non viene pugnalato. Tuttavia, Barbossa è sbalordito nel constatare che anche Jack era sotto la maledizione; prendendo segretamente una moneta azteca dal petto. Barbossa chiede l'aiuto di Pete, che è concesso sotto forma di Heartless Illuminatore, che assorbe la luce della luna, rendendo Barbossa immune al Keyblade. Sora e Jack distruggono l'Illuminatore e sconfiggono Barbossa mentre si apposta al chiaro di luna. Jack si taglia il palmo mentre Barbossa si sta riprendendo dalla sua sconfitta, lanciando il medaglione insanguinato a Will che sanguina sul proprio medaglione. Jack poi spara a Barbossa con la stessa pistola che Barbossa lo ha abbattuto con dieci anni prima. Barbossa ride fino a che Will lascia cadere le due monete finali insanguinate nel petto, sollevando la maledizione. Con questo, Barbossa è sopraffatto dal dolore della morte, dicendo che si sente freddo mentre crolla.

CuriositàModifica

  • Barbossa è l'unico cattivo di Pirati dei Caraibi che è apparso in tutti e cinque i film. È anche uno dei più famosi cattivi del franchise (l'altro è Davy Jones).
  • È simile ai seguenti cattivi.
    • Anakin Skywalker / Darth Vader del franchise di Star Wars.
      • Entrambi provengono da una popolare serie di film live action.
      • Entrambi hanno debuttato nel primo film della loro serie come principale antagonista (come Vader è stato il principale antagonista di Una nuova speranza, il primo film della trilogia originale di Star Wars e l'inizio di tutto il franchise) e più tardi sono diventati minori antagonisti ed eroi in gli altri film.
      • Entrambi sono legati a un eroe (Vader è il padre di Luke Skywalker e Leia Organa, due personaggi principali della trilogia originale).
      • Entrambi sono vedovi.
      • Entrambi si riscattarono per salvare quell'eroe che era loro figlio (nell'ultimo film della trilogia originale Il ritorno dello Jedi, Vader si è rivoltato contro il suo capo Imperatore Palpatine per salvare Luke dall'ira di Palpatine) e morì mentre lo faceva .
    • Un altro cattivo di Star Wars con cui condivide le somiglianze è Darth Maul.
      • Entrambi i loro film sono stati il ​​primo film nei loro franchise.
      • Entrambi erano il principale antagonista del film in cui hanno debuttato. (Come Maul era il principale antagonista di La minaccia fantasma, il primo film della trilogia di Star Wars che mostra come Anakin divenne Darth Vader prima di Una nuova speranza.)
      • Entrambi erano l'arci-nemico di un eroe (Maul era l'acerrimo nemico del mentore di Anakin Obi-Wan Kenobi).
      • Entrambi furono uccisi e rianimati.
      • Entrambi combatterono un cattivo che era Puro Male (Maul e suo fratello Savage Opress contro l'Imperatore Palpatine, Barbossa contro Barbanera).
      • Entrambi si sono riscattati e sono morti. Per coincidenza, entrambi sono morti nel 2017.
    • Tai Lung da Kung Fu Panda
      • Entrambi provengono da una serie di film famosi.
      • Entrambi hanno debuttato nel primo film della loro serie come principale antagonista e successivamente sono apparsi negli altri film come personaggi minori.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.