FANDOM


Hammer 6

Il Martello di Sauron è uno degli antagonisti secondari del videogioco Il Signore degli Anelli La Terra di Mezzo: L'Ombra di Mordor. Era un tempo portatore di barelle per l'esercito numenoreano durante la battaglia dell'ultima alleanza. Tuttavia, dopo aver scoperto la mazza abbandonata di Sauron, il portatore della barella la prese per sé, e da lì divenne uno dei servi più pericolosi e leali di Sauron.

È doppiato da John DiMaggio.

BiografiaModifica

Dopo essere venuto ad unirsi a Sauron, il Martello divenne uno dei suoi tre Capitani Oscuri accanto alla Mano Nera e alla Torre. Ognuno di loro rappresentava un aspetto diverso del carattere del loro padrone e, nel caso del Martello, rappresentava la prodezza marziale di Sauron e la ferocia e la forza del guerriero.

Era presente quando il suo capo, la Mano Nera, uccise Talion in un rituale che lo legò allo Spettro Elfico Celebrimbor. Questo rituale ha visto anche le violente uccisioni della moglie e del figlio di Talion, un atto che lo ha amareggiato nei confronti dei Capitani Neri. Talion avrebbe avuto la sua vendetta su tutti loro, e il Martello sarebbe stato il primo a essere preso di mira. Talion lo affrontò dopo aver devastato le forze di Uruk di Sauron in tutta Mordor. Anche se un Martello frustrato ha abbattuto l'Orco alleato di Talion Ratbag per la sua incompetenza nel prevenire le azioni di Talion e ha provocato Talion per la morte della sua famiglia, alla fine non è riuscito a sconfiggere Talion in un duello, cadendo sulla lama di Talion ed essendo il primo dei Capitani Neri a morire.

CuriositàModifica

  • Anche se si dice che usi la mazza di Sauron, suddetta mazza non assomiglia a quella usata da Sauron nel gioco, o durante la battaglia dell'ultima alleanza. Tuttavia, si può presumere che ciò sia dovuto al fatto che la mazza ha cambiato la sua forma per soddisfare le esigenze del suo possessore (come si conferma che l'equipaggiamento di Sauron si trasforma e la forma cambia con lui).
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.