Villains Wiki
Advertisement

Myles Grint è un antagonista della Prima Stagione di Star Wars Rebels.

Biografia

Era un ufficiale dell'Esercito Imperiale e stazionava sul pianeta Lothal, dove lui ed il suo collega, il Comandante Cumberlayne Aresko, sorvegliavano le strade per mantenere viva l'oppressione dell'Impero.

Lui ed Aresko lavoravano all'Accademia per Giovani Imperiali, dove avevano il compito di addestrare nuove reclute che poi si sarebbero unite all'Esercito Imperiale.

Al Servizio dell'Impero

Myles Grint era un umano maschio attivo durante i primi anni dell'Impero Galattico e membro dell'Esercito Imperiale dopo la fine delle Guerre dei Cloni nel 4 BBY.

Era un Supervisore, stazionava sul pianeta Lothal, dell'Orlo Esterno, insieme al Comandante Aresko ed aveva il ruolo di addestrare nuovi cadetti all'Accademia Imperiale.

Incontro con i Ribelli di Lothal

Compare per la prima volta quando arresta insieme ad Aresko un venditore di cibo che si era permesso di parlare apertamente dell'oppressione Imperiale su Lothal. L'arresto viene però interrotto quando Ezra Bridger ruba un trasmettitore e lo utilizza per comunicare a tutte le truppe un "codice rosso", facendo intervenire tutte le pattuglie Imperiali e salvando l'uomo.

Lezioni all'Accademia Imperiale

Grint assiste Aresko all'Accademia Imperiale di Lothal, occupandosi dei cadetti che fallivano nel cercare di superare un esame.

Incidente del Giorno dell'Impero

Grint partecipa anche alla celebrazione per il Giorno dell'Impero, incitando i cittadini a festeggiare. Successivamente, lui ed Aresko cercano di fermare i ribelli in fuga dopo aver distrutto il prototipo di caccia TIE, fallendo.

Ultimo Fallimento ed Esecuzione

Dopo aver fallito un ultimo tentativo di intrappolare i Ribelli, Grint viene convocato dal Grand Moff Wilhuff Tarkin per un incontro, finendo poi per venire decapitato insieme al suo collega Aresko a causa del loro fallimento.

Personalità e tratti

Grint sfoggiava un atteggiamento violento e brutale. Parlava raramente, lasciando parlare sempre il suo collega Comandante Aresko, siccome la sua statura ed il suo grado erano abbastanza da incutere paura. Seguiva gli ordini dell'Impero con grande dedizione e passione, utilizzando la sua autorità per divertirsi a maltrattare i cittadini. Ciò viene reso evidente quando accusa un venditore di "tradimento" per aver sparlato dell'Impero e confisca la sua merce mettendosi a mangiarla in pubblico. Durante il Giorno dell'Impero, minaccia alcuni cittadini e li obbliga a festeggiare. Era considerato il "braccio", mentre Aresko era la "mente", sebbene nessuno dei due fosse realmente competente. La sua incompetenza ha infine portato alla sua esecuzione da parte del Grande Inquisitore sotto ordine di Tarkin.

Advertisement