"Non mi interessano queste cose. Io riuscirò dove voi e Kallus avete fallito."

Il Quinto Fratello è uno degli antagonisti secondari, insieme alla Settima Sorella, della Seconda Stagione della serie animata Star Wars Rebels. Un tempo era un Cavaliere Jedi, ma in seguito cedette al lato oscuro dopo la caduta della Repubblica e venne addestrato da Darth Vader. Divenne poi un Inquisitore con il compito di viaggiare per la galassia in cerca dei Jedi sopravvissuti e dei bambini sensibili alla Forza, uccidendoli.

È stato doppiato in lingua originale da Philip Anthony-Rodriguez ed in italiano da Stefano Mondini.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Jedi Caduto[modifica | modifica sorgente]

Il Quinto Fratello un tempo era un Cavaliere dell'Ordine Jedi negli anni precedenti all'Impero. Servì l'Ordine durante le Guerre dei Cloni ed assistette alla caduta della Repubblica, alla distruzione dei Jedi ed alla nascita dell'Impero. Durante questo periodo, cedette al lato oscuro e venne successivamente introdotto nei ranghi Imperiali. Divenne presto un eccellente utilizzatore del lato oscuro e, successivamente, un Inquisitore incaricato di trovare e giustiziare tutti i Jedi sopravvissuti all'Ordine 66.

A differenza del Grande Inquisitore o di Trilla Suduri (alias la Seconda Sorella), non si conosce molto sul passato del Quinto Fratello prima che si unisse all'Impero. È stato rivelato, comunque, che fu uno dei primi apprendisti di Darth Vader quando questi iniziò ad addestrare gli Inquisitori. Il Signore dei Sith era, però, un maestro crudele ed il Quinto Fratello perse la mano destra. L'approccio del Quinto Fratello ai Jedi è spesso impulsivo e diretto, il che lo porta spesso a litigare con i suoi compagni.

Al Servizio di Darth Vader[modifica | modifica sorgente]

Dopo la morte del Grande Inquisitore su Mustafar, Darth Vader inviò il Quinto Fratello a catturare Ahsoka Tano e gli altri ribelli. Dopo essere giunto sullo Star Destroyer dell'Ammiraglio Konstantine, gli comunicò che sarebbe riuscito dove lui e Kallus avevano fallito.

Scontro alla Stazione Medica[modifica | modifica sorgente]

Più tardi, è presente insieme a Kallus e Konstantine sul ponte della Relentless quando venne individuata fonte di energia in una base abbandonata della Repubblica. Il Quinto Fratello prende immediatamente il comando e partì per la stazione medica, ignaro del fatto che la Settima Sorella si trovasse già lì. Quando Ezra e Sabine sono in fuga dall'Inquisitore, trovano anche il Quinto Fratello, il quale accende minacciosamente la sua spada laser. Successivamente, dopo che Ezra si fa catturare per permettere a Sabine di scappare, il Quinto Fratello tenta di ucciderlo, venendo però fermato dalla Settima Sorella; dopo che l'Inquisitore protesta, definendo Ezra la sua preda, la Sorella lo sbeffeggia sottolineando la sua ottusità e facendogli notare che avrebbero potuto usare il ragazzo per catturare gli altri ribelli.

Mentre la Settima Sorella interroga Ezra, il Quinto Fratello si dirige a catturare Sabine accompagnato da due Droidi Sonda della Sorella. Seguendola nei corridoi, percepisce attraverso la Forza la sua presenza e quella di Garazeb "Zeb" Orrelios e si rende conto della trappola che hanno preparato piazzando numerosi detonatori lungo il percorso. Utilizza quindi la Forza per sollevare le cariche e lanciarle contro di loro, stordendo Sabine. Sollevando la Mandaloriana priva di sensi sulla spalla, comunica ai droidi di fare ciò che vogliono del ribelle rimasto; entrambe le sonde vengono alla fine distrutte da Zeb.

Il Quinto Fratello ritorna quindi dalla Settima Sorella, scoprendo che Ezra non ha rivelato quasi niente; ricevono però quasi immediatamente una chiamata dal "Comandante Meiloorun" che chiede ad Ezra e Sabine se hanno bisogno di aiuto; il Fratello obbliga quindi il ragazzo a chiedergli di venire, minacciando di decapitare Sabine. Una volta arrivati alla Baia Sei, dove dovrebbe avere luogo il presunto "incontro", vengono attaccati da Zeb a bordo del Fantasma. Nella colluttazione, Ezra riesce a recuperare la sua spada laser ed entrambi salgono a bordo dello shuttle. I due Inquisitori tentano quindi di fermare la navetta usando la Forza, ma fortunatamente Sabine apre il fuoco sul Quinto Fratello, obbligandolo a deviare i colpi e smettere di trattenere il Fantasma, che riesce a partire quasi trascinando la Settima Sorella nello spazio, lasciandosi poi indietro i due Inquisitori fumanti di rabbia.

Il Rapimento dei Bambini[modifica | modifica sorgente]

Più tardi, il Quinto Fratello e la Settima Sorella salgono a bordo di una nave passeggeri sopra Chandel per rapire una neonata sensibile alla Forza di nome Alora. Nonostante gli sforzi di sua nonna Darja, l'infante viene presa in custodia e, prima di ripartire, il Quinto Fratello uccide tutti gli altri passeggeri della nave lanciando contro di loro la sua spada laser a doppia lama.

Prendendo con sé Alora, i due raggiungono il pianeta Takobo per rapire un altro neonato sensibili alla Forza, Pypey. Dopo aver parcheggiato i loro caccia, visitano la casa di Pypey, scoprendo però che sua madre, Oora, era già riuscita a farlo fuggire con un droide. Prima di abbandonare l'abitazione, i due Inquisitori picchiano la donna e distruggono il suo salotto.

Mentre vagano per le strade di Takobo, riescono ad intercettare il droide. Fortunatamente, Pypey era già stato prelevato da Zeb. Gli Inquisitori lo inseguono quindi in un appartamento; mentre il Quinto Fratello utilizza le sue abilità nella Forza per percepire la paura del bambino e localizzarlo, la Settima Sorella invia una delle sue sonde all'esterno perché possa controllare la situazione. Successivamente, Ezra e Kanan entrano nel palazzo per aiutare Zeb.

Quando però Ezra prende in braccio Pypey, questi si mette a piangere poiché, essendo sensibile alla Forza, riesce a percepire la sua paura. Avvicinandosi ai ribelli, gli Inquisitori cercano di farli uscire colpendo dal piano inferiore il pavimento della stanza in cui si trovano con le spade laser. Ezra riesce a confondere temporaneamente i due lasciando il trasmettitore con il pianto di Pypey a terra mentre loro si spostano. Il Quinto Fratello cade nel tranello e viene rimproverato dalla Settima Sorella, la quale gli intima di "non farle perdere altro tempo". Per confondere gli Inquisitori, i ribelli si separano; Ezra e Pypey fuggono nei condotti di ventilazione mentre Kanan e Zeb rimangono indietro per affrontarli.

Riprendendo l'inseguimento, il Quinto Fratello percepisce la presenza di Ezra nei condotti e cerca di trafiggerli usando la spada laser. Fortunatamente, intervengono Kanan e Zeb, con quest'ultimo che affronta il Quinto Fratello, venendo però sopraffatto dalla sua abilità nella Forza. Obbligati a ritirarsi, i due ribelli fuggono saltando dalla finestra e prendendo in prestito uno speeder, inseguiti dagli Inquisitori che rubano a loro volta un altro speeder. In seguito ad un altro scontro, i due riescono a mettere all'angolo i ribelli allo spazio porto.

Prima che possano finirli, tuttavia, interviene Ahsoka, che sconfigge facilmente entrambi gli Inquisitori. Giungono però sul posto i rinforzi Imperiali, composti da numerosi Assaltatori e veicoli blindati, obbligando alla fuga i Jedi, i quali riescono però a portare in salvo i bambini. Gli Inquisitori riescono però, grazie alla sonda della Settima Sorella, a scoprire che i ribelli si nascondono sul pianeta Garel.

Malachor e Morte[modifica | modifica sorgente]

Sotto ordine di Darth Vader, il Quinto Fratello viaggia verso Malachor insieme alla Settima Sorella per recuperare un olocrone Sith da un tempio situato sul pianeta. I due aiutano quindi l'Ottavo Fratello a liberarsi da Kanan ed Ahsoka, ma sono obbligati a ritirarsi dopo l'arrivo di Ezra insieme ad un nuovo alleato: l'Ombra, meglio conosciuto come Maul, ex-Signore Oscuro dei Sith. Dopo essere sfuggiti ai loro avversari, i tre Inquisitori utilizzano una sonda della Settima Sorella per spiarli.

Dopo aver attaccato Kanan ed Ahsoka con l'aiuto dell'Ottavo Fratello, Maul arriva per aiutare i Jedi. Ashoka riesce a colpire l'elsa della spada laser del Quinto Fratello, danneggiando l'arma e facendola cadere. L'indifeso Inquisitore viene quindi ucciso da Maul, che lo trafigge facilmente.

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.