FANDOM


Queen Taramis

Regina Taramis è la principale antagonista di Conan il Distruttore , il sequel del 1984 del film Conan il Barbaro del 1982. È stata interpretata da Sarah Douglas.

StoriaModifica

Era conosciuta come la Regina della Città di Shadizar e adoratrice del Dio dei sogni Dagoth. Nel film, Taramis prevede di riportare in vita Dagoth (che attualmente è una statua, nella forma di un bell'uomo all'interno del palazzo di Taramis) che prevede l'ottenimento di un corno ingioiellato e il sacrificio della sua verginale 16enne nipote principessa Jehnna. Piuttosto che intraprendere il pericoloso viaggio per recuperare il Corno di Dagoth, Taramis decide di ingaggiare Conan e il suo gruppo di avventurieri per aiutare Jehnna a trovare il corno ingioiellato. Per assicurare la cooperazione di Conan, Taramis, rivelando di essere una potente maga, promise di far risorgere l'amante morta di Conan Valeria (che fu uccisa dal tardo e infame mago Thulsa Doom) se lo avesse fatto per lei.

Conan ha accettato l'accordo. Per assicurare che Conan abbia successo nella missione, Taramis manda la sua guardia principale Bombaata ad andare con lui; tuttavia, dice segretamente a Bombaata di uccidere Conan ei suoi amici quando trovano il Corno di Dagoth, rivelando di non avere alcuna intenzione di adempiere al suo accordo con Conan. Durante il viaggio dei gruppi, invia segretamente diversi dei suoi soldati per sabotarli. Mentre il gruppo entra in un tempio e finalmente ottiene il corno dal suo altare in sicurezza con Jehnna che tiene in mano un gioiello magico e cancella le fiamme all'interno della bocca di una statua di drago, l'amico mago di Conan Akiro apprende presto di una pericolosa profezia dalle pareti del tempio iscritte con il leggendario Pergamene di Skelos che il Corno è la fonte del potere di Dagoth e se il corno dovesse essere riportato alla statua, scatenerà il suo grande male per il mondo che non potrà mai essere controllato, e una catastrofe colpirebbe tutto.

Durante la battaglia tra il gruppo e alcuni dei soldati adoratori di Dagoth guidati dal loro sommo sacerdote (che è lui stesso un mago), Bombaata rubò il corno e lo riportò a Shadizar, insieme a Jehnna, che ricevette una droga nella sua bevanda per renderla più sensibile ai comandi di sua zia. Mentre la cerimonia sacra all'interno del palazzo reale di Shadizar era finalmente iniziata, Conan ei suoi amici (sopravvissuti al sabotaggio) rientrarono nel palazzo e uccisero Bombatta e molte delle guardie. Zula, una donna guerriera con la quale Conan fece amicizia, interruppe il rituale lanciando la lancia contro il gran visir della regina Taramis prima che potesse sacrificare la principessa Jehnna. Sfortunatamente, a causa di questo sacrificio improprio, Dagoth è venuto alla vita, ma come bestia assetata di sangue e furiosa. Terrorizzata nel vedere il suo amato dio come un mostro, Taramis viene uccisa quando Dagoth la impala sul petto con il corno della fronte. Dopo la morte della regina Taramis e la morte di Dagoth per mano di Conan, il regno di Shadizar viene conquistato dalla neo-incoronata regina Jehnna, con la sua corte reale composta da Zula, il nuovo capitano delle guardie, consigliere della regina Akiro, e Malak il buffone di corte.

GalleryModifica

BanalitàModifica

  • Nel romanzo di Robert Jordan su Conan il Distruttore, Taramis è una principessa, non una regina.
  • Nella novelizzazione, Taramis viene mangiata intera da Dagoth invece di essere impalata sul suo corno.
  • La regina Taramis condivide un tratto simile con Arkham, Hiruko Ubusuna e Ivo Shandor, per ogni malfattore che cercava di sacrificare i loro parenti / discendenti in cambio del potere supremo.
  • La versione letteraria di Taramis appare nella storia " Una strega deve nascere", dove è una sovrana benevola in contrasto con la sua malvagia sorella gemella Salome.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.