FANDOM


“ Non avremmo dovuto fare questo affare. “

~ Rune Haako riguardo all'accordo con Darth Sidious

Rune Haako full body

Rune Haako è l'ufficiale di insediamento della Federazione dei Mercanti e un antagonista di supporto nella trilogia del prequel di Star Wars.

Era il consigliere di Gunray durante il Blocco di Naboo e spesso offriva prudenti e prudenti consigli al viceré. Nonostante sia stato arrestato poco dopo la Battaglia di Naboo, Haako fu, come Gunray, trovato "non colpevole" delle accuse mosse contro di lui quando processato dalla Corte Suprema, e continuò a servire la Federazione dei Mercanti e la Confederazione dei Sistemi Indipendenti attraverso le Guerre dei Cloni. La sua morte per mano di Darth Vader a Mustafar avvenne pochi minuti prima che la guerra finisse ufficialmente. Haako era significativamente più paranoico di Gunray e più pessimista; tuttavia, è stato in grado di fornire un valido consiglio al Viceré, spesso in preda al panico, e spesso ha impedito che una brutta situazione peggiorasse.

È stato interpretato da Jerome Blake.

Storia Modifica

Era una delle poche persone, oltre a Gunray e Daultay Dofine, che sapeva che era stato Darth Sidious a ideare il blocco. Haako era, come Gunray, cauto nei confronti di Sidious, e in seguito si è lamentato della scelta del suo superiore di "contrattare" con il Signore dei Sith. Haako è stato consigliere del Viceré Gunray quando ha imposto il blocco Naboo, la forma della Federazione del Commercio contro la nuova tassa sulle rotte commerciali fatta dal Senato Galattico.

Nel 32 BBY, Darth Sidious, dirigendo segretamente le attività della Federazione del Commercio ordinò l'imposizione di blocco e boicottaggio del piccolo pianeta Naboo. Haako ha seguito gli sviluppi sul tipo di nave ammiraglia Lucrehulk, Saak'ak. Con moderato ottimismo si avvicinarono sempre più mosse aggressive e provocatorie. Le tensioni aumentarono quando la Repubblica Galattica inviò due Cavalieri Jedi per negoziare con la Federazione, finendo per cadere nell'Invasione di Naboo.

Quando la Repubblica Galattica inviò due Ambasciatori Jedi, Qui-Gon Jinn e Obi-Wan Kenobi, per risolvere la disputa, Gunray andò nel panico quando arrivarono sul suo fiore all'occhiello in quel momento, i Saak'ak, e contattarono Sidious tramite ologramma. Con grande sorpresa di Neimoidian, Sidious ordinò l'esecuzione degli Jedi e l'inizio dell'invasione di Naboo. Gunray inviò una squadra di droidi da battaglia per uccidere il Jedi mentre riempiva la loro sala d'attesa con gas di Diox e fece distruggere il loro incrociatore di classe Consolare, il Radiant VII; queste erano azioni che, come previsto da Haako, si sarebbero rivelate inefficaci.

Poco dopo, OOM-9 vinse la prima battaglia di Theed e catturò la regina. Gunray e Haako visitarono il Theed Royal Palace, assaporando la loro vittoria. Al loro ritorno al Saakak, i due ufficiali ricevettero notizia che la Regina era fuggita dal pianeta con l'aiuto degli Jedi che in precedenza non erano riusciti a distruggere. Questo fallimento ha provocato l'ira di Sidious, che sembrava essere estremamente scontento. Sidious rivelò il suo apprendista, Darth Maul, e assicurò a Gunray e Haako che Maul avrebbe trovato la loro "nave perduta". Sia che la vista di Maul fosse intesa come una minaccia velata o se fosse percepita come tale, Gunray e Haako erano entrambi scossi. Al termine della conferenza ologrammi, Haako espresse le sue paure riguardo alla loro alleanza con i Sith a Gunray.

Fu catturato dalla regina Amidala e dalla Forza di sicurezza reale di Naboo sotto il capitano Panaka insieme al viceré Gunray in seguito alla sconfitta dell'esercito di droidi della Federazione dei Mercanti durante la battaglia di Naboo, e inviato a Coruscant per il processo. Come Gunray, tuttavia, Haako non fu condannato per colpa delle macchinazioni di Darth Sidious. (Questo è stato rivelato in Star Wars Episodio II: L'attacco dei cloni, anche se Rune è apparso in questo film.) Dopo diversi tentativi, tuttavia, Gunray non è mai stato punito formalmente per l'incidente di Naboo e ha mantenuto il controllo sulla Federazione dei Mercanti, e il potere ancora considerevole della Federazione, Haako fu in grado di evitare qualsiasi vera punizione.

Gunray, dopo aver consultato l'Haako e altri consulenti, ha deciso di unirsi alla Federazione per la Confederazione dei Sistemi Indipendenti. In seguito Haako avrebbe servito a fianco di Gunray nella guida della Confederazione dei Sistemi Indipendenti durante le Guerre dei Cloni, che mirava a staccarsi del tutto dalla Repubblica Galattica. Haako continuò a servire come luogotenente di Gunray, e il viceré divenne una figura chiave nel Consiglio Separatista della Confederazione.

Dieci anni dopo il fallito blocco Naboo, Haako e Gunray erano presenti su Geonosis quando il senatore Amidala, insieme a due cavalieri Jedi, fu arrestato da agenti confederati e condannato a morte. A sua volta, le azioni della Confederazione hanno provocato un'invasione del pianeta da parte della Repubblica Galattica, scatenando l'inizio delle Guerre dei Cloni. Ha accompagnato Gunray al summit dei Separatisti su Geonosis e ha visto le fasi iniziali della Battaglia di Geonosis direttamente dall'arena di Petranaki, quando un esercito di cavalieri Jedi e cloni della Repubblica ha invaso il pianeta. Ritirandosi con Gunray nella stanza di guerra della CSI, Haako consigliò al viceré che avrebbero dovuto fuggire dal pianeta.

Quando Grievous fu ucciso su Utapau dal generale Kenobi, lo stesso Jedi che era stato una spina nel fianco della Federazione tredici anni prima, Gunray divenne il capo de facto della CSI. Sidious contattò Gunray un'ultima volta, assicurando a lui e al resto del Consiglio che sarebbero stati "presi in cura" dal suo nuovo apprendista Darth Vader. Quando Darth Vader fu inviato per uccidere i leader Separatisti su Mustafar, Rune Haako era presente e futilmente chiese che Vader fermasse il massacro. Mentre Vader ha ucciso Poggle the Lesser, Rute Gunnay e altri, Haako è fuggito nella sala conferenze del bunker con il caposquadra Techno Union Wat Tambor. Haako tentò di nascondersi, ma Vader entrò a grandi passi e finì la vita del Neimoidiano con un singolo colpo sul petto prima di procedere per uccidere Tambor e Gunray, distruggendo la Confederazione dei Sistemi Indipendenti.

Banalità Modifica

  • Una scena cancellata in La vendetta dei Sith mostra Gunray e Haako che si nascondono sotto un tavolo mentre Vader massacra il Consiglio Separatista. Haako va in panico e cerca di scappare, ma viene rapidamente ucciso da Vader, come si vede nel film. Gunray rimane nascosto. Mentre Vader uccide gli altri, Gunray esce rapidamente da sotto il tavolo e attiva il pannello di controllo per aprire le porte, aprendo i droidi distruttori, che aprono il fuoco su Vader. Gunray osserva mentre il fumo si dirada e Vader è sparito. Vader poi scende dal tetto e distrugge i droidi, saltando verso Gunray.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.