FANDOM


“ Paura. La paura attrae i timorosi. Il forte. Il debole. L'innocente. Il corrotto. Paura. La paura è il mio alleato. “

~ Darth Maul

“ La pace è una menzogna, esiste solo la passione. Attraverso la passione, guadagno forza. Attraverso la forza, ottengo potere. Attraverso il potere, ottengo la vittoria. Attraverso la vittoria, le mie catene sono rotte. La Forza mi libererà. “

~ Il codice Sith

“ Che la Forza ti serva bene. “

~ Saluto Sith tipico

L'Ordine dei Sith, noto anche come l'Impero Sith, Il Sith Triumvirate, La Confraternita delle Tenebre, Ordine dei Signori dei Sith, o Un Sith - a seconda dell'epoca specifica di utilizzo, è un ordine oscuro di sensitivi della Forza che generalmente fungono da principali antagonisti generali dell'universo di Star Wars. A differenza dei Jedi, che servono il lato leggero della Forza e usano le emozioni positive per promuovere la loro dedizione alla pace, i Sith usano il lato oscuro della Forza per servire i loro obiettivi affamati di potere e il desiderio di dominare gli altri.

I Signori dei Sith solitamente posseggono le spade laser a lama rossa, a differenza dei Jedi che, pur evitando i colori rossi, impugnano le spade laser con vari colori diversi. Tuttavia, alcuni Sith usano spade laser con lame di un altro colore; esempi includono Exar Kun, così come Jedi caduti (come Darth Vader, Darth Caedus e Dark Krayt) prima che si convertissero al lato oscuro.

Considerati come un intero gruppo, i Sith sono i principali antagonisti dell'intero franchise di Star Wars. Nella serie principale (film e contenuti vari post 2013), sono i principali antagonisti delle trilogie originali e prequel, così come gli antagonisti postumi della trilogia sequel (dal momento che il Primo Ordine si basa sugli ideali del loro impero ) e gli antagonisti centrali dell'intera serie Legends.

StoriaModifica

I primi Signori Oscuri dei SithModifica

I primi Signori Oscuri e Imperatori Sith che governarono la Galassia furono i Marka Ragnos , Tulak Hord , Naga Sadow , Ajunta Pall e Ludo Kressh che furono i Signori dei Sith più potenti al tempo dell'Età dell'Oro dei Sith, un periodo che terminò quando Ragnos morì, lasciando Sadow e Ludo a diventare i rivali di tutti gli altri per occupare il trono di Ragnos.

Seguendo l'ascesa dello spirito di Ragnos e la morte di Simus e Ludo, Sadow divenne il nuovo sovrano dell'impero Sith, ma perse la guerra del Grande Iperspazio che intraprese contro lo Jedi dopo essere stato tradito da Gav Daragon. Ucciso dal suo nuovo apprendista mentre era in esilio, Sadow fu sepolto nella sua tomba nei Templi Sith su Yavin IV. Freedon Nadd divenne il nuovo Signore Oscuro e prese il comando di Onderon. Dopo aver perso Onderon dopo la sua morte, i discendenti di Nadd subirono gli stessi eventi e furono uccisi anche: il re Ommin, la regina Amanora, Aleema Keto e Satal Keto.

La grande guerra SithModifica

Secoli dopo la sua morte, la tomba di Nadd fu esplorata dal Dark Jedi Exar Kun , che divenne l'Apprendista Sith di Nadd e superò le prove sotto la guida dello spirito di Nadd. Kun distrusse lo spirito di Nadd e costruì il proprio Impero Sith su Yavin IV, reclutando Mandaloriani, i resti della creazione demoniaca di Sadow: le specie Massassi e il sistema Krath Cult of the Empress Teta. Kun prese un altro Jedi caduto di nome Ulic Qel-Droma come suo apprendista ed entrambi furono battezzati Dark Lord dallo spirito di Ragnos. Kun e Ulic allora intrapresero la Grande Guerra Sith contro la Repubblica e gli Jedi ma Qel-Droma tradì Kun e Kun e il suo Impero Sith fu distrutto. La guerra indebolì la Repubblica, ma lo spirito di Kun rimane ancora nelle rovine di Yavin IV fino ad oggi ...

Le guerre Mandaloriane e la caduta di Revan e MalakModifica

Il vero Impero Sith, tuttavia, rimase altrove nella Galassia su Dromund Kass dove il loro nuovo Imperatore Sith divenne Signore Oscuro e fu segnato Signore Oscuro e Darth Vitiate dallo spirito di Marka Ragnos. L'Impero Sith era la vera mente dietro le Guerre Mandaloriane; la più sanguinosa guerra nella storia galattica. I Mandaloriani devastarono la galassia, ma due Cavalieri Jedi, Revan e Malak , distrussero i Mandaloriani su Malachor V e uccisero il loro capo Mandalore. Dopo aver distrutto Malachor V, Revan e Malak trovarono l'Impero Sith e furono corrotti dall'Imperatore Sith. Costruendo i propri Sith Empires, Revan e Malak intrapresero la guerra civile Jedi contro la Repubblica.

La guerra civile JediModifica

La Repubblica fu quasi distrutta e solo 100 Jedi rimasero e sopravvissero alla guerra, ma Revan fu riscattato dopo che Malak usurpò il suo posto come Signore Oscuro. Dopo che Revan si unì ai Jedi e salvò la Repubblica, uccise Malak e distrusse il suo e l'Impero Sith di Malak. La Star Forge fu distrutta e la Guerra Civile Jedi fu chiusa a favore dei Jedi, ma molti mondi furono lasciati bombardati e devastati dai Sith come Dantooine e Telos IV.

La guerra oscura e la prima purga JediModifica

Dopo la morte di Malak e la scomparsa di Revan, i Sith rimasero senza leader. Ma si scopre che Malachor V era sopravvissuto alla sua distruzione e l'Accademia Sith Trayus ricostruita e raccolto tutti i Sith sopravvissuti dalla Guerra Civile Jedi e abbracciarono il nuovo Signore Oscuro, Darth Nihilus , come loro nuovo sovrano dell'impero Sith e dei Sith Triumvirate dopo che Lord Nihilus e Darth Sion hanno esiliato Darth Traya dai Sith. Hanno poi intrapreso una guerra spietata, brutale e devastante contro i Jedi e la Repubblica. La Repubblica fu devastata e destabilizzata, e poi venne la Prima Epurazione Jedi. Nihilus ha iniziato a distruggere interi pianeti come Katarr, nel processo ha anche ucciso notevoli Maestri degli alti Jedi tra cui il Maestro Lestin, il Maestro Dorak e il Maestro Vandar.

Gli altri Jedi furono uccisi da Sion e dai suoi Sith Assassins finché non rimasero solo 5 membri del Consiglio Jedi, che si sparpagliarono per nascondersi; Il Maestro Vrook andò a Dantooine, il Maestro Vash andò a Korriban, il Maestro Ell andò a Nar Shaddaa, il Maestro Atris andò a Telos IV e il Maestro Kavar andò a Onderon. Questi Maestri Jedi sapevano delle azioni dei Sith ma non erano in grado di fermarli. C'era un altro Jedi rimasto che sopravvisse alla guerra: il Jedi Exile Meetra Surik. Surik era stato bandito per aver sfidato il consiglio con Revan e Malak e aver seguito Revan in guerra 10 anni fa da allora. Surik, tuttavia, trovò Traya (che ora aveva preso l'identità come il suo vero nome, Kreia) e viaggiò con lei attraverso la Galassia per aiutare i Jedi e riunirli per affrontare i Sith. Mentre Surik viaggiava attraverso la Galassia, si fece strada attraverso i Sith e i loro nuovi alleati, come i Separatisti di Onderon, uccise Darth Sion e riunì Kavar, Vrook ed Ell.

Ma Kreia si rivelò come Darth Traya e uccise i 3 maestri. Quindi ha viaggiato fino a Telos IV e completato la caduta di Atris nel lato oscuro. Surik ha duellato, sconfitto e poi riscattato Atris, ha rotto il suo legame con Kreia e distrutto il Triumvirato Sith. Ha poi viaggiato a Malachor V, ucciso Sion e Traya, recuperato il suo posto come Jedi e ancora una volta Malachor V è stato distrutto e questa volta per sempre.

Regola dei DueModifica

Durante il resto della storia galattica, i Sith sono esistiti in numerose incarnazioni. Gli eserciti Sith combatterono contro i Jedi e la Repubblica fino al 1000 BBY; in quel momento tutti i Sith si erano traditi e uccisi a vicenda in una sanguinosa guerra civile. Darth Bane fu l'unico sopravvissuto e decise di adottare il sistema di avere solo due Sith in esistenza alla volta, al fine di prevenire la loro definitiva estinzione e preservare gli insegnamenti oscuri, creando la Regola dei Due. Darth Plagueis portò avanti questa tradizione e prese Palpatine come suo apprendista, che in seguito avrebbe ucciso Plagueis e usurpandolo.

Regola dell'UnoModifica

La regola dei Due fu poi abolita dopo la morte finale di Darth Sidious e anche abolita da Darth Krayt che aveva molti Sith al servizio di lui quando creò la Regola dell'Uno (in cui ci sarebbero più Darth che servono un Oscuro Signore dei Sith). Anche dopo la morte definitiva di Lord Krayt, gli One Sith continuarono a vivere mentre il suo apprendista, Darth Nihl , prese il posto di Krayt, raccolse tutti i resti dell'impero di Krayt e continuarono con la loro lotta tra gli Jedi e la Repubblica, per vendicare Krayt.

UtentiModifica

Signori Oscuri dei SithModifica

  • Marka Ragnos - Sovrano dei Vecchi Sith prima della Grande Guerra Iperspaziale
  • Naga Sadow - Sovrano dei Sith durante la Grande Guerra Iperspaziale
  • Imperatore Sith/ Vitiate - Sovrano dell'impero Sith dopo la Grande Guerra Hyperspace
  • Darth Revan
  • Darth Malak
  • Skere Kaan - Leader della Confraternita delle Tenebre
  • Imperatore Palpatine - Sovrano dell'Impero Galattico
  • Darth Krayt - Leader dei Un Sith

Vecchio Impero SithModifica

  • Ludo Kressh
  • Simus
  • Freedon Nadd

Impero Sith di Revan e MalakModifica

  • Darth Bandon

Sith TriumvirateModifica

  • Darth Nihilus
  • Darth Sion
  • Darth Traya

Impero SithModifica

Consiglio OscuroModifica

  • Darth Arctis
  • Darth Thanaton
  • Darth Nox
  • Darth Acharon
  • Darth Marr
  • Darth Ravage
  • Darth Jadus
  • Darth Zhorrid
  • Darth Mortis
  • Darth Ekkage
  • Darth Vengean
  • Darth Baras
  • Darth Arho
  • Darth Arkous
  • Darth Azamin
  • Darth Decimus
  • Darth Vowrawn
  • Darth Mekhis
  • Darth Hadra
  • Darth Karrid
  • Darth Acina
  • Darth Aruk

Signori dei SithModifica

  • Darth Andru
  • Darth Malgus
  • Darth Serevin
  • Darth Angral
  • Lord Tarnis
  • Lord Nefarid
  • Lord Sadic
  • Lord Praven
  • Lord Vivicar
  • L'ira dell'Imperatore
  • Jaesa Willsaam
  • Lord Draahg
  • Aloysius Kallig
  • Khem Val
  • Ashara Zavros
  • Xalek
  • Darth Zash
  • Darth Skotia
  • Darth Tormen
  • Darth Jaga
  • Darth Gravus
  • Darth Glovoc
  • Flagellare

Impero GalatticoModifica

  • Darth Vader
  • Galen Marek
  • Jerec
  • X1
  • Joruus C'baoth
  • Luuke Skywalker

Un SithModifica

  • Darth Reave
  • Darth Maladi
  • Darth Kruhl
  • Darth Nihl
  • Darth Talon
  • Darth Vurik
  • Darth Stryfe
  • Darth Wyyrlok (I)
  • Darth Wyyrlok (II)
  • Darth Wyyrlok (III)
  • Darth Havok

GalleryModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.