Villains Wiki
Advertisement

Slenderman

Lo Slender Man (conosciuto anche come Slenderman o Slender, il cui nome vuol dire uomo esile) è il protagonista/antagonista di racconti dell'orrore (Creepypasta) e videogiochi, nato come fenomeno di Internet. Ha ispirato anche opere di terze parti.

È stato creato da Eric Knudsen (noto anche col nome d'arte di Victor Surge) nel 2009 per un concorso fotografico sul sito Something Awful.

Oggi è probabilmente il personaggio di creepypasta più conosciuto.

Creazione e diffusione[]

Lo Slender Man nacque nel 2009 per mano di Eric Knudsen sul sito Something Awful, in seno ad un concorso fotografico dove bisognava ritoccare delle foto aggiungendo dettagli macabri o entità misteriose.Nelle foto preparate da Knudsen, lo Slender Man appariva insieme a dei bambini in un parco giochi. Le immagini erano virate in seppia e corredate da una breve didascalia. Il personaggio impressionò la giuria e Knudsen vinse il concorso. Lo Slender Man riscosse un enorme successo e divenne protagonista di numerose creepypasta (storie dell'orrore create perlopiù su internet) e numerose opere fan art dedicate a esso, da creare un vero movimento fandom dedicato. In un'intervista pubblicata sul sito Know Your Meme, Knudsen ha dichiarato di essersi ispirato a leggende popolari come Uomo nero, alle opere di Howard Phillips Lovecraft, Zack Parsons, eStephen King (in particolare, al romanzo La nebbia), e ai libri dello scrittore surrealista William Seward Burroughs II.

La prima vera diffusione del personaggio avvenne su Youtube. Il canale “MarbleHornets" produsse una serie di video in stile finto documentario nei quali dei ragazzi, con l'ausilio di una telecamera amatoriale, riprendevano eventi misteriosi per un concorso scolastico. Durante le riprese, l'essere fu avvistato più volte e i ragazzi ne furono perseguitati. In questi video, l'entità viene chiamata The Operator (in italiano: L’operatore) e agisce insieme a due Proxy, soprannominati Masky e Hoody per via del fatto che indossano rispettivamente una maschera e un cappuccio, obbediscono ciecamente all'operatore e tengono nascosta la loro identità. La webserie riscosse un enorme successo e ne fu estratto un adattamento cinematografico.

Descrizione del personaggio[]

Aspetto fisico[]

Lo Slender Man viene descritto come un uomo di carnagione bianca, di corporatura snella, alto circa 240 cm. Il suo volto risulta privo di occhi, naso, bocca e orecchie. Presenta due braccia lunghe fino alle ginocchia che terminano in grosse mani con dita provviste di artigli. Inoltre, dalla sua schiena fuoriescono tentacoli neri. Indossa uno smoking nero con una cravatta nera o rossa.

Comportamento[]

Lo Slender Man tenta abitualmente di rapire dei bambini di età compresa tra i 5 e i 15 anni, ma non è raro che prenda di mira anche adolescenti e adulti. Si trova spesso nelle foreste o in luoghi abbandonati e bui, ma sono stati segnalati avvistamenti anche in zone abitate. Una volta che ha scelto la sua preda, può seguirla fino in città o in casa o addirittura perseguitarlo in capo al mondo, rendendosi visibile soltanto a lei e alle persone che le stanno accanto. Di solito, le sue apparizioni avvengono gradualmente: all'inizio si limita ad apparire in lontananza o a lasciare indizi sulla sua presenza, ma col passare del tempo le sue apparizioni diventano sempre più frequenti e sempre più vicine alla preda. Le vittime dello Slender Man entrano in paranoia e cominciano ad avere addirittura allucinazioni e malesseri vari, tranne i bambini che a volte assumono un comportamento amichevole nei suoi confronti, facilitandogli così la cattura. Le prede adulte, una volta che vengono prese di mira da questa creatura, non possono liberarsi della sua presenza o sfuggirle. Questo porta spesso le vittime a scegliere il suicidio (considerato l’unico modo per non farsi catturare). I corpi delle vittime vengono trovati di rado, completamente deturpati. I cadaveri dei suicidi vengono di norma ritrovati intatti.

Poteri[]

Lo Slender Man possiede diversi poteri. Uno dei più conosciuti è la capacità di teletrasportarsi (o muoversi molto velocemente) da un luogo all'altro e di mimetizzarsi nell'ambiente circostante. È inoltre in grado di causare interferenze a tutti i componenti elettronici eapparecchiature elettroniche. Può provocare anche malesseri vari e sintomi come: vertigini, nausea, disorientamento, vomito, mal di testa,svenimento, perdita di memoria temporanea e sanguinamenti vari. In forme più gravi: Insonnia, paranoia, aggressività, panico, ansia,allucinazioni, autolesionismo, disturbo dissociativo dell'identità, disturbo ossessivo-compulsivo di personalità. Questi sintomi vengono associate alla sindrome dello Slender Man Sickness (in italiano: Malattia dello Slender Man) che sono gli effetti delle sue interferenze. Slender Man possiede anche la capacita di trasformare le sue vittime in Proxy (che significa: intermediario), che usa per diversi scopi; succede che a volte certi Proxy non adempiano ai suoi ordini e vengano ripudiati o eliminati. Questi Proxy ribelli vengono chiamati Mutinoxy.

Videogiochi[]

La grande popolarità di Slender Man portò molti fan a creare dei fan game dedicati al personaggio. Il primo videogioco a riscuotere un discreto successo fu Slender: The Eight Pages, originariamente conosciuto come Slender, un survival horror sviluppato dalla Parsec Productions e rilasciato gratuitamente nel 2012.La popolarità del videogioco fu dovuta in parte ai numerosi video di gameplay pubblicati su YouTube dai videogiocatori e per le recensioni di numerosi siti e riviste dedicati al mondo dei videogiochi.Sulla scia del successo, alcuni sviluppatori indipendenti pubblicarono Slender Man's Shadow, un survival horror considerato il sequel spirituale non ufficiale del famoso Slender: The Eight Pages.

Nel marzo 2013 la Parsec Productions con la collaborazione della Blue Isle Studios pubblicò Slender: The Arrival, il primo videogioco multipiattaforma dedicato al personaggio, sequel ufficiale di Slender: The Eight Pages,Il videogioco è stato rilasciato per PC e per le console Playstation 3 e Xbox 360. Slender: The Arrival è stato il primo videogioco sullo Slender Man distribuito a pagamento.

Nel dicembre 2014 un fan italiano chiamato Luca Bersiga, sviluppò un fan game intitolato: Slender: Lo Sguardo Dell'Orrore, ispirato al capostipite Slender: The Eight Pages.Il gioco riscosse un buon successo grazie ai video di gameplay pubblicati su YouTube dai videogiocatori.

Leggende metropolitane[]

La grande influenza del personaggio ha dato origine a numerose opere immaginarie create dai fan, al punto che si sono create intorno a esse diverse leggende metropolitane. Le leggende metropolitane più note sono quella incentrate sui riferimenti storici sullo Slender Man. I riferimenti sono ambientati in luoghi storici reali o fittizi in cui vengono trovati manufatti, opere o documenti che fanno riferimento a misteriose creature simili allo Slender Men.Queste opere inventate dai fan hanno contribuito alla diffusione virale del personaggio, tanto da far credere che esistesse realmente.

Galleria[]

Un'illustrazione di Slenderman

Slender Man

The Operator/Slenderman in Marble Hornets

The Operator

Slenderman (Der Ritter)

Slenderman (Quadro Der Ritter)

Simbolo di Slenderman

Simbolo di Slender

Faceless_Dark_-_La_storia_di_Slender_(Creepypasta_ITA)

Faceless Dark - La storia di Slender (Creepypasta ITA)

La Creepypasta/Storia di Slenderman.

Slenderman (Creepypasta ITA)

Advertisement