FANDOM


“ Per Carver ... e Kaufman ... ti devo una morte spiacevole, signor Bond! “

~ Stamper mentre combatte Bond

“ Moriamo insieme, signor Bond! “

~ Ultime parole di Stamper

Stamper

Stamper è l'antagonista secondario del film di James Bond del 1997, Tomorrow Never Dies. È il principale esecutore e scagnozzo personale di Elliot Carver e l'ex studente del Dr. Kaufman .

È interpretato da Götz Otto.

StoriaModifica

Attaccare la nave britannicaModifica

Mandando il British HMS Devonshire nelle acque cinesi usando un codificatore GPS, una nave furtiva guidata da Stamper crea tensione quando arrivano due jet da combattimento cinesi, affermando che spareranno se la nave non lascia le loro acque. Credendo di essere in acque internazionali, la nave risponde che si difenderanno da tutte le azioni ostili. Mentre attendono i getti per sorvolare nuovamente la nave per lanciare un siluro e far sembrare che i jet l'abbiano licenziato, Stamper fa rapporto a Carver ad Amburgo, dicendogli che stanno per lanciare. Quando il siluro viene sparato e la nave cade, Stamper chiama di nuovo Carver. Carver gli dice che se ci sono dei sopravvissuti, avrà bisogno del numero esatto e dice a Stamper di usare il tipo giusto di munizioni. Dopo essere stato informato che ci sono sopravvissuti nell'acqua, Stamper si reca nelle parti esterne della nave segreta e inizia a sparare ai sopravvissuti con munizioni cinesi.

Lancio satellitareModifica

All'evento per il lancio del satellite Carver, Carver incontra Bond, che più di una volta implica che Carver abbia contribuito alla distruzione del Devonshire. Percependo che Bond è un problema, Carver usa un pretesto per lasciare Bond e dice a Stamper di occuparsi di Bond. Stamper invia i suoi scagnozzi ad attirare Bond in una stanza dietro il palco con il pretesto di una telefonata. Una volta entrato nella stanza, viene immediatamente attaccato dagli uomini. Quando Bond è a terra, uno degli uomini chiama Stamper, che gli dice di farlo diventare duro e che sarà lì in pochi istanti. Tuttavia, prima che Stamper possa unirsi a loro, Bond fa fuori tutti gli scagnozzi e, dopo che l'ultimo è stato sconfitto, entra nella sala di controllo e spegne il potere, interrompendo così la presentazione di Carver, rendendolo lo zimbello dei media di tutto il mondo.

Quando Stamper arriva nella stanza in cui si trovava Bond, trova tutti i suoi uomini svenuti, senza traccia di Bond.

Perdere il suo mentoreModifica

StamperRooftop

Stamper tenta di raggiungere Kaufman, ignaro che il suo mentore è stato ucciso da Bond

Dopo che Carver ha deciso di giustiziare sua moglie Paris e lasciarla nella stanza d'albergo di Bond, Stamper è affisso sul tetto di un edificio vicino. Guarda Bond che guida la sua auto nel parcheggio dell'hotel. Quando Bond è in albergo, invia i suoi uomini a prendere il codificatore GPS di Gupta fuori dalla macchina di Bond. Nel frattempo, Bond viene tenuto sotto una pistola nella sua stanza d'albergo dall'assassino e torturatore Dr. Kaufman. Quando l'auto di Bond si rivela troppo equipaggiata per penetrare, Stamper chiama Kaufman per obbligare Bond a dirgli come si può aprire la macchina. Bond usa questo per fare in modo che il dottor Kaufman si paralizza con il telefono di Bond e spara all'assassino. Incapace di uscire dalla porta principale, Bond si arrampica sul balcone. Quando Stamper vede che Bond se ne va, chiama il dottor Kaufman ma non ottiene risposta.

Catturare BondModifica

Quando l'agente cinese Bond Wai Lin trova il relitto dell'HMS Devonshire, scoprono che manca uno dei suoi missili cruise. Nuotano di nuovo in superficie, dove Wai Lin ha i suoi uomini che aspettano in una barca. Quando Lin chiama uno di loro per aiutarli a uscire dall'acqua, l'uomo viene colpito con un arpione. Stamper cammina verso la ringhiera, rivelando che gli uomini di Carver hanno preso possesso della barca. Catturano Bond e Lin e li portano al grattacielo di Carver a Saigon.

Lì, Carver accoglie i due agenti mentre scriveva i loro necrologi. Avendo un incontro con il generale Chang, Carver dice loro che li lascerà nelle mani di Stamper, che userà la tortura del Chakra su di loro. Rivelando che era l'ex studente del Dr. Kaufman e pensava a lui come un padre, Stamper dice loro che farà in modo di tenerli in vita il più a lungo possibile. Dopo che Bond ha insultato Carver, Carver indica un dispositivo particolarmente fastidioso, dicendogli di salvarlo per la fine. Tuttavia, prima che Stamper possa iniziare la sua tortura, Bond e Lin attaccano la guardia tenendoli e afferrando le loro mitragliatrici. Quando Stamper cerca di portare Carver in salvo, Bond afferra uno dei suoi strumenti di tortura e lo scaglia contro Stamper. Il dispositivo si infila nella gamba di Stamper, lasciandolo ferito e arrabbiato.

Nave invisibile attaccataModifica

“ PORTA FUORI QUEGLI INCENDI!!! Vai laggiù e proteggi il missile! Oh, e Mr. Stamper, vorresti per favore uccidere quei BASTARDI? !! “

~ Carver dice a Stamper di uccidere Bond e Lin

Progettando di attaccare le navi ammiraglie di entrambe le flotte britanniche e cinesi per provocare la guerra, Carver ei suoi uomini salgono a bordo della nave stealth e si dirigono verso la flotta. Bond e Lin salgono a bordo della nave, ma vengono rilevati da Carver tramite telecamere di sorveglianza. Carver manda Stamper a occuparsi di loro. Mentre Bond e Lin piantano esplosivi sulla parte esterna della nave, Stamper afferra rapidamente Lin e la trascina dentro, lasciandola con i suoi uomini. Dicendo loro di ucciderla se sbatte le palpebre, Stamper esce di nuovo per uccidere Bond. Tuttavia, Bond ha ucciso una guardia di sicurezza e quando Stamper gli spara, lascia cadere il cadavere della guardia in acqua, facendo credere a Stamper che sia morto. Stamper chiama Carver e gli dice che Bond è morto.

Stamper porta quindi Lin al ponte, dove Carver attende con impazienza la guerra. Tuttavia, quando Bond distrugge lo scafo esterno della nave, facendolo apparire sul radar di cinesi e britannici. Furioso, Carver dice a Stamper di uccidere Bond e Lin. Mentre la loro nave viene colpita dagli inglesi, Carver li fa andare via, sapendo che può ancora lanciare il suo missile. Questo è sventato quando Lin distrugge i motori.

Mentre Stamper e Bond si impegnano in uno scontro a fuoco, la nave viene colpita da missili britannici, causando gravi danni. Con loro gli unici uomini rimasti, Carver manda Stamper a trovare Lin nella sala macchine. Sebbene Stamper riesca a catturare Lin, Bond affronta Carver al ponte e lo uccide usando la trivella marina. Tuttavia, mentre cerca di disinnescare il missile, Bond sente che Stamper gli dice di fermarsi. Voltandosi, Bond vede che Stamper ha incatenato Lin e minaccia di farla cadere in acqua per annegarla. Bond sottolinea che l'intero stratagemma è finito e chiede a Stamper di lasciare Lin, ma Stamper rifiuta. Lin lancia i suoi detonatori contro Bond e gli dice di far saltare il missile mentre è ancora sulla barca invisibile. Quando Bond continua a farlo, Stamper fa cadere Lin in acqua e salta verso Bond, determinato a dargli una morte spiacevole per vendicare Carver e Kaufman. Dopo un combattimento, Bond afferra la gamba di Stamper verso il missile, impedendogli di scappare. Quando Bond tenta di saltare nell'acqua sottostante per scappare dalla nave furtiva e salvare Linn, Stamper lo afferra al giubbotto, affermando che moriranno insieme. Tuttavia, Bond si strappa dal giubbotto e cade nell'acqua sottostante per salvare Lin, lasciando Stamper l'unico uomo rimasto a bordo.

Quando il missile esplode, il piede di Stamper viene vaporizzato dall'esplosione prima che lui stesso venga ucciso nell'esplosione della nave.

GalleryModifica

CuriositàModifica

  • È uno dei pochi scagnozzi di Bond a sopravvivere ai loro capi.
  • Come confermato da Carver, Stamper è tedesco. Ciò è probabilmente dovuto al fatto che Götz Otto, che ha interpretato Stamper, è anch'esso tedesco.